ILARIA FAVINI

Attrice - Regista

Da sempre attivista in prima linea, nel lavoro e nel tempo libero, in difesa del BAMBINO INTERIORE, non ha mai smesso di giocare prendendo molto sul serio la sua missione. Rigore e rispetto l'hanno portata a raggiungere le più vertiginose mete del gioco, fino a che non ha voluto condividere tutto questo - dopo esperienze di corsi, scuole, sette, dogmi, "tanto amore e tanta magia" ecc - meglio tardi che mai, in seno ad una banda di bambini grandi, insieme a un'altra irriducibile come lei, ha tirato su i VIAGGIATORI FERMI!

Esperienze all'interno della compagnia

2021 - "Viva radio Caroline" - Cast tecnico: Regia e Costumi

2021 - "Sogno di una notte di mezza estate" - Cast tecnico: Regia e Costumi

2016/2017/2018/2019 - "Nel Bel Mezzo di un Gelido Inverno" - Cast artistico: ruolo di "Fadge Thompson"

2014/2015/2018 - "La Cena dei Cretini" - Cast artistico: ruolo di "Christine"

2013/2016/2017/2018 - "Taxi a Due Piazze" - Cast tecnico: Regia e Costumi

2013 - "In Attesa" - Monologo "Sala d'attesa"

2012/2013/2019 - "Noi: Contrari Inversi" - Cast artistico: ruolo di "Ilaria"


Formazione ed Esperienze al di fuori della compagnia

Mi sono diplomata in recitazione alla scuola teatrale "Il Genio della Lampada" di Firenze. Ho seguito i corsi della scuola del Teatro a Manovella diretta da Massimo Alì, e seminari e workshop di recitazione, tra i quali quelli tenuti da Massimiliano Civica, Alan Mauro Vai, Massimiliano Alì. Inoltre ho partecipato al corso di regia di Alessandro Riccio.

Come attrice, in seno alla Compagnia "I Felloni" ho preso parte alle messe in scena de "L'acqua Cheta" di A. Novelli e di "Pallottole su Broadway" tratto da Woody Allen e ho partecipato al recital nel contesto del "Concerto per la Repubblica" in occasione dei festeggiamenti del 150° anniversario dell'Unità dìItalia, al Teatro Studio Mila Pieralli di Scandicci.

Ho fatto parte della compagnia "Comarimaggio" con la quale ho preso parte agli spettacoli del teatro per piccoli e grandi su testi di Silvia Becattini ("La neve di Natale", "L'albero magico", "Natale alla fattoria", "Nel bosco incantato" "Strane novità alla fattoria", "Pirù al castello") e a due spettacoli di monologhi e musica "Sogni dietro al Cancello" "Ma cosa hai messo nel caffè".

Ho curato la regia dell'opera tratta dal romanzo di M. Chinaglia "La scelta" che è andata in scena nel corso delle manifestazioni per il bicentenario della beatificazione ed il settimo centenario della nascita di Beata Giulia della Rena a Certaldo.

Per l'associazione nazionale "Toponomastica femminile" ho preso parte allo spettacolo "Piazza della passera - La donna è un oggetto acquistabile?" storie e riflessioni di ieri e di oggi - Reading - Spettacolo per voci e pianoforte; In occasione della giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne ho partecipato alla performance collettiva "Non siamo di pietra", story-telling sulle diverse forme di violenza subite dalle donne di oggi e di ieri annientandone le qualità e i meriti. In occasione del congresso nazionale 2021 dell'associazione ho preso parte al Kamishibai su Fanny Mendelshonn.

Per l'associazione "Culter" di Firenze ho partecipato alle azioni performative sulla poesia dantesca che ogni anno vengono curate dal regista Franco Palmieri: "Dante 750 un percorso corale e olfattivo nei versi di Dante in occasione del V congr6esso Ecclesiale nazionale" svolto all'interno del complesso di S,Croce a Firenze; "Piume" Giardino di Villa Bardini; "Disposto a salire a le stelle" in occasione del millenario di San Miniato al Monte; "Amor sementa in voi" giardini della Villa Medicea di Castello; "Cento canti per Siena" maratona dantesca nel centro storico di Siena.

Faccio parte tuttora anche della compagnia teatrale "I Segugi", diretta da Sauro Albisani: ho interpretato ruoli negli spettacoli: "Perchè il volo cominci", "Un bagno caldo", "La Passione secondo Giovanni" (tutti testi di Albisani), "Assassinio nella cattedrale" di T.Eliott, "Didascalia Comica" di N. Michelassi; ho eseguito letture da Novalis, Plinio il vecchio, Goethe e Cage all'interno dell'evento "Il buio, i sensi, la musica e le parole...un'esperienza sensoriale" in collaborazione con Ombre Amene e Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti; all'interno della stagione teatrale 2018-2019 del Teatro Storico di Osteria Nuova abbiamo portato in scena (oltre alla nuova edizione di "Un bagno caldo" e la lettura drammatica di "Ceneri alle ceneri" di H.Pinter) "L'ultimo Cliente" di A. Kristof. Recentemente la compagnia "I Segugi" (formata da S, Albisani, N. Michelassi e la sottoscritta) si sta dedicando alla messa in scena di opere caratterizzate dall' emergere dentro la gabbia delle mura domestiche di drammi psichici che si svelano nel corso di dialoghi tormentati e taglienti e p, per questo, adatte alla forma di "teatro domestico": in questo ambito siamo andati inscena in case private con il dramma "Ceneri alle Ceneri" di H. Pinter e stiamo per debuttare con altri 3 drammi che pongono al centro della vicenda al posto di un eroe un'eroina, sia pure declinandone caratteri e stati d'animo di volta in volta in modo diverso e originale.